fbpx

Changeset

Londra e Brexit: come si muoverà il mercato immobiliare

Ci sono rischi per gli investitori immobiliari a Londra con la Brexit?

In questi giorni la Brexit è tornata di attualità. E mai più di oggi, gli investitori immobiliari si ritrovano a domandarsi cosa possa succedere al mercato immobiliare della City? Gli investitori hanno qualcosa di cui preoccuparsi. Sembra di no.

Lucian Cook, responsabile della residential research di Savills, ritiene che dopo l’accordo si aspetta un rimbalzo della fiducia e un rilancio del mercato. Il 2019 inizierà lentamente per poi recuperare velocità. In un certo senso si andrà a movimentare ulteriormente il mercato immobiliare, dato che adesso potrebbe sembrare tranquillo.

Ad onor del vero, però Cook sottolinea che il rimbalzo potrebbe essere di breve durata. Superata una prima fase di euforia dovuto alla Brexit, la domanda sarà frenata dalla prospettiva di un aumento dei tassi d’interesse dopo un decennio di tassi ultrabassi (attualmente lo 0,75%). Quanto ai prezzi, aumenteranno di più nelle città del nord dell’Inghilterra che non a Londra, che continuerà a restare ferma dopo un lungo periodo di ascesa. Quello che è importante mettere in evidenza è che i prezzi immobiliari continueranno a rimanere alti per la maggior parte dei residenti di Londra. Savills prevede un aumento della domanda di case in affitto e un rafforzamento del mercato.

Le opportunità del mercato build to rent

Il mercato build to rent offre grandi opportunità– spiega Cook – ma non è un settore facile. Bisogna avere le dimensioni giuste per poter gestire le complessità della pianificazione, della concessione di permessi, della costruzione, del marketing e poi della gestione operativa di migliaia di appartamenti.

Ricordiamo comunque che nel centro di Londra, l a domanda di immobili continua a crescere in relazione alla nuova offerta. Stando a quanto riporta l’ultimo report di Knight Frank, il numero di nuovi potenziali acquirenti sarebbe cresciuto di un buon 8% da novembre a gennaio 2017, anche se è calato del volume delle vendite nel corso del 2018.

Mercato in aumento

Parliamo di cifre adesso. Nel secondo semestre del 2018, il mercato di Londra da oltre 20 milioni di sterline è aumentato, trainato dalla recente debolezza della sterlina. Puntando, invece, i nostri riflettori sugli affitti i rendimenti lordi medi nel centro di Londra sono aumentati nel corso del 2018, raggiungendo il 3,5% a dicembre, il più alto da aprile 2012. Questo aumento è il risultato dell’aumento degli affitti e della pressione al ribasso sui prezzi.

Locazioni in aumento

Sempre nel corso del mese di novembre, il numero di nuove locazioni è cresciuto si un buon 12,3% rispetto allo stesso periodo del 2017. Attualmente, però, c’è un calo dell’offerta che sta proiettando una pressione al rialzo sui valori locativi, in quanto i proprietari stanno ora tentando di vendere le loro proprietà in seguito ai recenti cambiamenti fiscali. Si ritiene che questa tendenza abbia un impatto, con il 12% in meno di nuove inserzioni nell’anno fino a novembre 2018 rispetto al periodo precedente di 12 mesi.

Di Pierpaolo Molinengo